I MATERIALI

Le creazioni Gio di Già nascono dall’incontro di materiali sia tradizionali che innovativi, sia preziosi che comuni.
Materiali che danno vita a gioielli di grande tendenza, capaci di trasmettere il senso della tradizione come la ceramica, conosciuta sin dalla preistoria, uno dei materiali più antichi che per via della sua duttilità e malleabilità, permette di creare qualsiasi forma.


Argentum” noto fin dall’antichità... "splendente, candido, bianco”. Usato per millenni come ornamento, considerato uno dei sette tesori, denso di tante valenze simboliche, spesso da molte religioni viene associato alla Luna e a divinità lunari e femminili, oltre a simboleggiare la virtù.
Normalmente quando si pensa ad un gioiello si pensa all’oro, all’argento, al corallo, alle pietre preziose... non si penserebbe mai alla realizzazione di bracciali e collane con un materiale che normalmente si utilizza per incartare o per leggere!


La cartapesta, materia povera, semplice, ma ricca di fascino, appartiene alla tradizione di tempi antichi. In Basilicata la tradizione dei cartapestai è antica e legata ai culti religiosi e del Carnevale. Spesso sono presenti nelle feste patronali carri trionfanti realizzati in cartapesta: espressione massima è il carro trionfale della festa della Madonna della Bruna a Matera.
Abbiamo pensato di unire la conoscenza del design, dei materiali, la nostra esperienza di architetti alle tradizioni e al recupero e valorizzazione degli antichi mestieri! Da sempre uomini e donne hanno costruito monili e abbellito il corpo usando materiali di facile reperibilità: sassi, cortecce, foglie, fiori, bacche e in tempi più recenti i metalli. Allora perché non pensare alla carta e trasformarla in un gioiello duraturo che non si rompa e che l’acqua non rovini?
Bracciali e collane realizzati con carta di giornale e sacchetti, reperibili ovunque, acqua e colla e vegetali per colorare.
Le nostre sono mani che disegnano, che si sporcano, che modellano, che plasmano... che creano!
I tempi di realizzazione non li dettiamo noi, li detta la carta! Noi definiamo i nostri gioielli un riciclo creativo caratterizzati dal minimo impatto ambientale e da un design alternativo.
Ci siamo ispirate ai gioielli tribali, ancestrali... sembrano di pietra, evocano le nostre montagne e i colori della nostra regione, la Basilicata.
Ogni gioiello è un pezzo unico, frutto di un lungo e accurato lavoro artigianale svolto manualmente. Sono leggerissimi con tante declinazioni decorative ricavate da vegetali, da piante, che per secoli sono state la materia prima nel campo dell’arte tintoria, quella che ricavava dai vegetali i pigmenti coloranti che venivano utilizzati per colorare i tessuti e gli oggetti della vita quotidiana.
In Basilicata abbiamo ancora tante piante “tintorie”: spesso sono sotto i nostri occhi ma, nella gran parte dei casi, viene ignorata la loro proprietà colorante; sono piante modeste, poco attrattive... ma con un potere colorante fantastico!
Utilizziamo anche erbe e fiori essiccati: ginestra, lentisco, menta, malva, salvia, rosmarino, camomilla, anche la scorza e il frutto del melograno. Tutto viene essiccato, trattato, lavorato...
Attingiamo anche al mondo delle spezie: curcuma, zenzero, paprica, cannella, zafferano, curry, noce moscata, chiodi di garofano.
Parafrasando la via della seta la nostra produzione di gioielli "ripercorre" la via delle spezie e delle colorazioni ecologiche e naturali!

Il peperone “crusco” è un prodotto tipico di molte zone della Basilicata, considerato una sorta di identità culturale e gastronomica, ottenuto dalla coltivazione di alcuni ecotipi locali di peperone.
L’essiccazione viene praticata secondo un metodo naturale: per due o tre giorni i peperoni appena raccolti, vengono stesi su reti, in locali asciutti e ben areati. Poi vengono infilati i peduncoli con uno spago, ottenendo così delle “collane “dette “serte” che asciugano al sole, appese alle ringhiere dei balconi fino a completa essiccazione. I peperoni così essiccati vengono fritti in olio extravergine d’oliva, ottenendo così un prodotto croccante... il peperone “crusco”!
Abbiamo pensato di creare una linea di gioielli in cartapesta ispirandoci al famoso peperone crusco, buono da gustare... bello da indossare!!!
In questo caso, a differenza dei gioielli precedentemente descritti, i colori, non sono vegetali, ma smalti e vernici all’acqua.

I colori e la lavorazione a mano attribuiscono alle nostre creazioni caratteristiche uniche ed inimitabili, rendendole tutte diverse tra loro.
I gioielli vengono completati con cordini in cuoio, pvc ed elementi distanziatori in plexiglass, che con la sua trasparenza evoca il vetro e contribuisce a dare leggerezza e un tocco di modernità alle creazioni di Gio di Già.
Tutte le creazioni in cartapesta, sono soggette a disponibilità.

Stampa Email

social instsocial fb